Recap ON_ the weekend 23.02.2021

ANALIZZIAMO IL WEEKEND APPENA TRASCORSO , 19-22 Febbraio



Ripristinate le #gerarchie


Giorgia Sottana/Schio-Venezia 84-62

Se qualcuno avesse ancora qualche dubbio su chi sia la giocatrice italiana più carismatica, più decisiva nei momenti importanti, questa partita ha sciolto ogni riserva...

Messa da parte come niente fosse, Giorgia sta rispondendo partita dopo partita, come i veri campioni fanno, lasciando le chiacchiere a zero.

Un esempio per ogni giovane atleta, dal punto di vista tecnico e caratteriale.

La consapevolezza di se stessi è decisiva quando si vogliono raggiungere risultati importanti, niente e nessuno può dirti che non sei abbastanza, non sei all'altezza, non servi più!

Bisogna abbassare la testa bassa, chiudersi in palestra a lavorare, anche dopo aver vinto tutto, anche a 32 anni!

Bisogna dimostrare ogni giorno, forse è anche questo il bello di questo sport!


Una stagione ancora tutta da vivere Gio, complimenti!


Nicolò Brighenti/Frosinone-Pescara 0-0

Il ritorno in campo Nicolò coincide con un clean sheet che lascia qualche rammarico.

Al 69' Nicolò va vicino al gol con un colpo di testa che termina a lato di pochissimo.

Sabato altra partita complicata contro la Cremonese, la Serie B è un campionato infinito.


Lottare fino alla fine, il sogno play off rimane vivo.


Veronica Dell'Olio/Ponzano - Alpo 55-69

Non una delle Prestazioni più belle della stagione, ma sgomita, lotta, si danna l'anima.

7 punti e 5 rimbalzi offensivi; una vittoria su un campo difficile, molto importate per acquistare fiducia e mettere fieno in cascina.

Prossima partita sabato 27.02 contro Albino, fuoco e fiamme!


Metterci il cuore sempre!


Piero Zanella/Schio-Venezia 84-62

Abbiamo assistito ad un Capolavoro tecnico-tattico dello staff di Schio.

Prive di Gruda, Andrè e Trimboli, hanno bloccato le armi da fuoco di Venezia e trovato il modo di scalfire le sicurezze di una squadra che fino a domenica era ancora imbattuta.

Una vittoria che vale più dei due punti canonici: è una prova di autorità, di consapevolezza; ecco che torna questo termine, si perché la consapevolezza è anche nel lavoro quotidiano che si svolge, e sappiamo quanto lo staff di Schio lavori, dal macro al micro, al super micro, al dettaglio impercettibile per noi comuni mortali.

Ritmo da Eurolega, è stato uno spot bellissimo per il basket italiano.


Il lavoro paga, sempre!


Silvia Viviani/Sarcedo-Bolzno 62-64

Una delle partite che ti fa odiare e amare il basket.

Dannatamente crudele nel suo rapporto col tempo, dannatamente forti le emozioni, negative in questo caso, ma sempre forti.

Una partita persa per un tiro allo scadere ti fa star male, ti fa pensare che magari sei stato sfortunato.

Non è così, la fortuna nel basket non esiste.

Silvia realizza 9 punti, con 8 rimbalzi(5 O., 3 D.), basse le percentuali al tiro, soprattutto da tre punti.

Silvia però si è presa grosse responsabilità, è quello che serve ora, serve non aver paura.


Fearless


Valeria Fedrighi/ Stade Rennais Rugby-Stade Toulousain 5-46

"È stata una partita intensa.

Lo score finale secondo me non rispecchia il reale andamento del match!

Il primo tempo soprattutto Rennes è stato molto combattivo e il ritmo della partita molto alto. Noi abbiamo giocato bene, creando il nostro gioco e grazie a questo abbiamo portato a casa il risultato.

Personalmente credo di aver fatto una buona partita in difesa e nei punti di incontro; sto cercando di migliorare l'attacco, spero di riuscire a segnare quanto prima!"


Great Job Vale


Photo Credits: Luca Taddeo/Antonio Fraioli

64 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti